lunedì , febbraio 6 2023
Home / Energia / Auto ibride: come funzionano e perché comprarle
macchina ibrida

Auto ibride: come funzionano e perché comprarle

Fino a qualche anno fa al momento di acquistare un’auto ci si trovava di fronte a una scelta piuttosto semplice: benzina o diesel. Negli ultimi anni la situazione nel settore automobilistico è cambiata molto, con l’introduzione delle macchine ibride e di quelle full electric. La mobilità elettrica rappresenta il futuro del settore automobilistico, con il duplice scopo di ridurre gli sprechi e di rendere più efficienti i nostri spostamenti.

Le macchine ibride sono molto apprezzate dagli automobilisti, grazie ai loro numerosi vantaggi. Scopriamo di più nelle prossime righe.



Come funzionano le auto ibride

Le auto ibride hanno due motori al loro interno. Il primo è un classico motore a benzina, alimentato da combustibile fossile. Il secondo è un innovativo motore elettrico, messo in movimento da una batteria agli ioni di litio.

I due motori lavorano in sinergia, alternandosi a seconda del momento. Quando la macchina si sposta con il motore elettrico non emette alcun tipo di emissione di gas serra.

Esistono diverse tecnologie, ognuna con i suoi pro e i suoi contro: mild hybrid, plug-in hybrid, full hybrid. Le plug-in hybrid stanno incontrando una grande diffusione. Si tratta di una tecnologia molto efficiente, un buon compromesso tra prestazioni e consumi.

Come fare rifornimento

Le auto ibride hanno bisogno sia di benzina che di energia elettrica. Uno dei principali vantaggi di queste macchine è nella possibilità di muoversi anche se la batteria agli ioni di litio si è scaricata. In questo caso ci si può continuare a spostare utilizzando il classico motore a benzina fino a quando non si avrà l’occasione di caricare di nuovo la batteria. Una possibilità molto utile per chi ama viaggiare e non vuole doversi preoccupare di trovare una postazione per la ricarica.

La ricarica della batteria elettrica avviene attraverso l’apposito cavo, da collegare a una comune presa elettrica domestica. Se non si ha un garage o un cortile la ricarica può essere effettuata in pochi minuti all’interno delle postazioni dedicate. Oggi il numero di colonnine presenti nel nostro Paese è in costante aumento. Per trovarle più facilmente possiamo usare delle app.

Molti modelli possiedono una funziona di ricarica attraverso la frenata, utile per garantire una maggiore autonomia.



Risparmiare con le auto ibride

Le macchine ibride sono molto efficienti e ci consentono di limitare le emissioni di gas nocivi per l’ambiente. Il basso livello di emissioni ci permette di richiedere gli ecobonus, degli incentivi promossi dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Il bando è dedicato a coloro che vogliono acquistare auto il più possibile sostenibili, e comprende sia i veicoli ibridi che quelli full electric. Di solito in concessionaria sono molto informati su questo argomento, e possono dare tutte le indicazioni in merito. In alternativa ci si può informare facilmente consultando il sito del ministero.

Altri incentivi

Gli ecobonus non sono gli unici incentivi presenti per le auto ibride. Sia i comuni che le regioni stanno agendo per spingere gli automobilisti al passaggio verso questa tecnologia.

La maggior parte delle regioni ha promosso forme di esenzione per il pagamento del bollo delle macchine ibride. Non esiste ancora una normativa nazionale in merito, per cui è utile consultare il sito ACI cercando la normativa in vigore nella propria regione.

In molti comuni le auto ibride sono esenti dal pagamento dei parcheggi blu. Attenzione a controllare le singole normative, perché potrebbe essere necessario esporre l’apposito tagliando.

About admin

Check Also

aumenti guerra ucraina

La guerra in Ucraina porterà un aumento del costo dell’energia elettrica?

L’invasione russa dell’Ucraina sta avendo un impatto grande e potenzialmente duraturo sulle forniture globali di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *