venerdì , dicembre 3 2021
Home / Energia / CBD: gli studi scientifici che raccontano i benefici offerti
studi scientifici sul CBD

CBD: gli studi scientifici che raccontano i benefici offerti

È l’alternativa naturale sulla bocca di tutti: l’olio di CBD. Dai medici ai dietologi, dai veterinari e persino al tuo yogi locale, ognuno ha una raccomandazione diversa per una causa diversa. Quindi, diamo un’occhiata ad alcuni dei benefici dell’integrazione quotidiana con CBD.

Se vuoi approfondire le normative sul CBD in Italia, ti consigliamo di leggere questa pagina che ti aiuterà a trovare tutte le risposte di cui avrai bisogno per procedere nelle tue sperimentazioni.



CBD: ruolo nel raggiungimento dell’omeostasi

Quando i nostri corpi sono equilibrati e sani, sono in uno stato che si definisce omeostasi, una sorta di “perfetto equilibrio”.  Tutti gli organismi lavorano costantemente per raggiungerlo: la nostra tiroide, il metabolismo, l’intero sistema lavorano giorno dopo giorno per bilanciare i cambiamenti che i fattori esterni apportano al nostro fisico.

Un altro elemento coinvolto nel raggiungere l’omeostasi è qualcosa chiamato il nostro sistema endocannabinoide. Il suo ruolo è quello di gestire e bilanciare i messaggi inviati tra le nostre cellule. Se il tuo corpo sta combattendo un’infiammazione o una malattia, il tuo sistema endocannabinoide verrà attivato, attivando una risposta che mira a riportare il corpo alla sua normale funzione. Quando integri il CBD, sostieni questo sistema endocannabinoide.

È stato teorizzato che le persone che rispondono bene ai trattamenti con CBD potrebbero aver avuto carenze di endocannabinoidi che si collegano a condizioni come la fibromialgia e l’IBS. In breve: l’integrazione con CBD attiva i recettori endocannabinoidi naturali del tuo corpo e aiuta a mantenere la normale funzione dei tuoi sistemi.

CBD contro l’infiammazione

In questa nota – L’infiammazione è spesso il colpevole di numerosi disturbi di salute, a partire da dolore e gonfiore generali interni ed esterni, e si avventura fino ad altri problemi di salute – Alcuni minori, come l’acne, e altri più gravi, come l’artrite e alcune malattie neurodegenerative.

Stando ai numerosi studi condotti nell’ambito è stato scoperto che il sistema endocannabinoide aiuta con l’infiammazione nel corpo e con l’aggiunta di olio di CBD. Questi effetti benefici e antinfiammatori sono amplificati, il che significa che le persone con condizioni infiammatorie possono eventualmente trarre vantaggio dai benefici dell’olio di CBD.

L’uso di CBD è stato a lungo sperimentato anche in laboratorio. I topi trattati mostravano non solo numerosi benefici nel trattamento di diversi dolori di ogni tipo, ma sopportavano anche meglio le incisioni chirurgiche.



CBD: per la gestione dell’ansia

La serotonina è conosciuta come l’ormone della felicità, e per una buona ragione! La serotonina agisce come un neurotrasmettitore nel corpo che aiuta a mantenere il tuo umore piacevole e stabilizzato, aiuta anche con la densità ossea e la funzione intestinale.

Se soffri di depressione o ansia, è molto probabile che il tuo corpo produca livelli molto bassi di serotonina, quindi quando usi l’olio di CBD per gestire la tua ansia, il CBD interagisce con i recettori del tuo corpo, che a loro volta interagiscono con la serotonina nel corpo e può aiutare a farti sentire più calmo ed equilibrato.

Uno studio brasiliano condotto su circa un centinaio di persone, ha dimostrato che quelle che venivano trattate con CBD provavano molta meno ansia se sottoposti allo stress di un discorso in pubblico. Per correttezza nell’esperimento era anche inserito un campione di pazienti trattati con placebo che non hanno dimostrato particolari benefici, a riprova che il CBD abbia effettivamente un aiuto concreto e primario in questo ambito.

CBD: per la gestione della nausea

Molte persone soffrono di sintomi di ansia, come la nausea al mattino o durante un periodo stressante, quando l’ansia è scatenata. Questo disturbo può essere collegato a molti problemi diversi: infezioni, intossicazione di tipo alimentare, commozioni cerebrali, reazione ad alcuni farmaci e molti altri.

Gli studi dimostrano che il CBD può aiutare ad alleviare l’ansia, che a sua volta allevia la nausea cronica sperimentata da alcuni pazienti. Inoltre, il CBD interagisce con i recettori di rilascio della serotonina che, a piccole dosi, hanno dimostrato di aiutare con nausea e vomito.

CBD contro mal di testa ed emicranie

Forse lo sai fin troppo bene: sensibilità alla luce/suono/olfatto/tatto, un dolore pulsante in parti specifiche della testa, questi sono alcuni dei sintomi di un forte mal di testa o emicrania cronica. Infatti, il 12% del mondo soffre di emicrania.

Gli studi dimostrano che è stato scoperto che i cannabinoidi si legano a un’area del cervello che modula la trasmissione del dolore, che si collega anche alla generazione di emicrania, mostrando risultati promettenti su come l’uso dell’olio di CBD per il dolore può aiutare.

CBD: migliora il sonno

Gli studi suggeriscono che un’alta dose di CBD può aiutare con il sonno, al contrario del normale basso dosaggio raccomandato per la gestione dell’ansia. Il cortisolo, altrimenti noto come ormone dello stress, di solito ha un picco al mattino, tuttavia, se soffri di scarsa qualità del sonno o insonnia, potresti riscontrare quei picchi di cortisolo durante la notte.

Gli studi suggeriscono che il CBD può agire come sedativo in quanto influenza il modo in cui il cortisolo viene rilasciato nel corpo. Sebbene l’uso dell’olio di CBD per migliorare il sonno sia, secondo la ricerca, più di una soluzione a breve termine, potrebbe valere la pena provare, in particolare se stai combattendo anche con infiammazione, ansia o dolore.

Dove acquistare l’olio di CBD

La migliore soluzione al momento per l’acquisto di cannabis e dunque anche del principio attivo CBD, è quello di rivolgersi a JustBob, il primo sito in Italia e in Europa per la vendita di cannabis legale. La cannabis ancora oggi, infatti, ha qualche difficoltà nella sua commercializzazione in Italia, ma per fortuna esistono siti come questo che ci forniscono un modo pratico e veloce per il suo acquisto in totale sicurezza.

Passare al CBD può davvero aiutarci in tanti ambiti come abbiamo descritto, consentendoci in taluni casi di ritrovare anche una serenità persa dietro i più disparati motivi. Ansia, stress, dolori fisici e muscolari potrebbero diventare solo un lontano e cattivo ricordo.

Il CBD inoltre potrebbe essere indispensabile per assistere persone gravemente malate, che hanno bisogno di questo elemento ogni giorno e costantemente.

About Gianluca

Check Also

macchina elettrica

Auto elettriche: autonomia e ricarica

Una delle tematiche più importanti legate alla mobilità elettrica è l’autonomia. Questi veicoli non utilizzano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *