venerdì , settembre 30 2022
Home / Miscellanea / Sigaretta elettronica Vs sigaretta tradizionale: un altro mondo
sigaretta elettronica vs sigaretta tradizionale

Sigaretta elettronica Vs sigaretta tradizionale: un altro mondo

La sigaretta elettronica è stata avvolta per troppo tempo in una nuvola di leggende metropolitane, di “si dice che”, di disinformazione bella e buona: fa male o no? E’ meglio la sigaretta elettronica o quella tradizionale?

Qui di seguito proveremo a rispondere proprio a queste domande sperando di fare cosa gradita ai nostri lettori e, per chi volesse approfondire ancora di più l’argomento, consigliamo di cliccare qui.



Molti studi sono stati fatti sul fumo, visto che le conseguenze del modo tradizionale di fumare sono oramai note a tutti, e all’uscita delle e-cig le analisi in merito sono state fatte in maniera certosina.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti, ma non sempre l’utente medio riesce a capire bene il funzionamento della sigaretta elettronica, i suoi vantaggi, i benefici per la salute e, soprattutto, le differenze sostanziali con la sigaretta tradizionale.

 

Cosa dicono gli studi

 

Presentare un paragone tra e-cig e sigaretta normale è veramente improponibile: appena uscita sul mercato la sigaretta elettronica h immediatamente fornito dati incontestabili.

Le analisi di laboratorio hanno dato sempre risultati estremamente positivi, tanto che alcuni importantissimi medici hanno raccomandato l’uso della stessa.



Molte critiche sono state destinate a questi medici di prima grandezza, ma di fatto questi studiosi hanno evidenziato come una e-cig sia incommensurabilmente più salutare rispetto ad una sigaretta tradizionale.

In estrema sostanza, secondo tutti gli studi, i due tipi di fumo, elettronico e tradizionale, non sono nemmeno da considerare paragonabili.

Basterà intanto dire che ogni analisi fatta sui liquidi per e-cig di buona qualità hanno evidenziato che non sono presenti sostanze nocive di alcun tipo.

 

La sigaretta elettronica è nociva?

 

La sigaretta elettronica non fa male per tutta una serie di motivi, ma il principale dei quali è assolutamente facilissimo da capire: esse infatti non bruciano tabacco!

Nel fumo tradizionale bisogna portare gli elementi contenuti nella sigaretta ad una combustione, questa fase sprigiona anche elementi nocivi che vengono inalati dal fumatore.

Il tabacco di per sé non è particolarmente nocivo, ma una volta portato a combustione sprigiona sostanze che fanno davvero molto male alla salute umana.

Le e-cig semplicemente bypassano questa fase: i liquidi di cui si alimentano non arrivano mai a temperature così alte. Tutto il processo avviene senza mai nemmeno avvicinarsi alla combustione.

Non serve leggere molti studi in proposito per mettere in evidenza questo principio di base. Ed infatti l’impatto positivo sulla salute del fumatore che passa alle sigarette elettroniche è semplicemente incontestabile.

Nella fumata elettronica si ottiene una sorta di aerosol nel quale può essere contenuta o meno della nicotina, in varie percentuali. Il liquido è costituito principalmente da glicole propilenico, glicerolo e altre sostanze non nocive, che solitamente hanno lo scopo di aggiungere un sapore gradevole.

 

Come è fatta e come funziona una sigaretta elettronica

 

Va premesso che di sigarette elettroniche ne esistono di diversi tipi e il mercato offre un numero gigantesco di modelli. Detto questo possiamo analizzare i principi di base comuni a tutte le e-cig per capire meglio questo mondo sconosciuto ai più.

Tutto il processo si concentra su un aspetto fondamentale: fare arrivare il liquido a temperatura ambiente ad un vaporizzatore. Una volta a contatto il vaporizzatore lo farà passare dallo stato liquido a quello gassoso.

Il vaporizzatore, chiamato anche atomizzatore, viene a contatto con il liquido attraverso la capillarità di un tamponcino in modo da gestire al meglio le dosi. Una volta che il liquido è diventato vapore, al fumatore non rimarrà che inalare.

Il tutto senza alcuna combustione, senza catrame, senza idrocarburi policiclici aromatici ed altri residui tossici. Tutto in pieno rispetto della salute del fumatore.

Andando ad analizzare più a fondo il vaporizzatore ci accorgiamo che in fondo è una sorta di resistenza elettrica capace di generare calore grazie all’energia che gli viene fornita dalla batteria a ioni di litio.

Una volta che la resistenza è calda, il liquido filtra grazie al tamponcino ed entrato in contatto con la superficie calda si trasforma in vapore in men che non si dica.

Ovviamente le e-cig hanno prestazioni molto diverse da modello a modello, da tipo a tipo… ma il principio di base è quello esposto qui sopra.

Poi si trovano in commercio tantissime varianti differenti in base al bocchino, alla tipologia di cartucce, alle dimensioni e alla potenza della batteria, alla forma, agli optional, ai colori, allo stile…

E-commerce di rilevanza nazionale come TERPY offrono infatti una scelta infinita di sigarette elettroniche, liquidi per tutti i gusti e per tutte le esigenze, aromatizzazioni… Ad ognuno la sua fumata elettronica!

About admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *