domenica , settembre 26 2021
Home / Computer / Business Intelligence: parliamo di Cloud Computing

Business Intelligence: parliamo di Cloud Computing

In un mondo dove tutto è tecnologico e dove talvolta si parla di Business Intelligence, non possono le aziende negare l’enorme aiuto che le risorse informatizzate recano alla loro gestione. Tra i tanti servizi disponibili per le aziende non manca di certo il rinomato Cloud Computing, fondamentale per una perfetta organizzazione. Se ne sente parlare molto e sempre più spesso, ma vi è anche da dire che la maggior parte delle persone ha ancora diversa confusione nell’argomento.

Siamo qui, dunque, per chiarire e spiegare al meglio di cosa si tratta, come funziona e perché le aziende non ne possono fare a meno. Scopriamo allora ogni dettaglio sul Cloud Computing entrando a fondo nel mondo digitale per il business.



Cloud Computing: di cosa si tratta

Il Cloud Computing è una tecnologia innovativa offerta da provider tramite server remoto, la quale può fungere da server, da database, da fonte di archiviazione, da software, da strumento di calcolo, analisi e gestione. Queste prestazioni si ottengono attraverso specifici abbonamenti, da pagare in base dunque al loro utilizzo. In poche parole è la distribuzione di tutti i servizi elencati, grazie a Internet. Se un’azienda decide di affidarsi al Cloud Computing, significa che può decidere di eliminare questo genere di risorse interne, appoggiandosi solo a quelle esterne fornite dal provider. Il Cloud Computing è un’importantissima risorsa, la quale detiene numerosi vantaggi, che ora andremo ad esaminare uno per uno.

I vantaggi del Cloud Computing

Il vantaggio principale è sicuramente la sostanziosa riduzione dei costi aziendali. Questo accade perché, dal momento in cui si sceglie il Cloud Computing, si decide automaticamente di rinunciare a costosi investimenti sull’informatizzazione interna, di cui, ovviamente, non è possibile ricavare il meglio secondo le proprie esigenze precise.

Di conseguenza vi è anche un risparmio energetico da non sottovalutare. Si prosegue con la scalabilità e la rapidità di accesso ai vari servizi. Esatto, in quanto ogni funzione può essere decisa da remoto tramite un semplice pannello: che sia una questione di calcolo, di target, di gestione o di range. In maniera semplice e veloce, è possibile accedere ad ogni servizio che possa rispondere efficacemente alle esigenze personali e aziendali, permettendo così un dinamismo incredibile, insieme alla praticità.

Un altro beneficio appartenente al Cloud Computing da provider, è indubbiamente la possibilità di usufruire di hardwre e software di ultima generazione. Questo fattore è davvero importante per un’azienda, in quanto ne garantisce e ne incrementa l’efficienza e la produttività. Infine non si può dimenticare l’elevato livello di sicurezza assicurato dai provider, i quali investono costantemente per mantenere altissimi standard di qualità. Quindi non mana la sicurezza e la protezione dei propri dati.

Tipologie di Cloud Computing

Esistono attualmente diversi tipi di Cloud Computing disponibili. Sono utili in base all’ottica aziendale, riguardante anche al futuro.

Private Cloud

Un Private Cloud, come si può ben capire dal nome, è un cloud assolutamente riservato e la maggior parte delle volte interno all’azienda. Infatti si contraddistingue per la sua rete privata, dove sia gli hardware che i software sono esclusivamente utilizzabili dalla sola azienda stessa. In questa maniera, il business ha il dominio completo sull’organizzazione e gestione. Ovviamente, in questo caso, la flessibilità aumenta, in quanto non vi è l’influenza o il vincolo di terze parti.



Public Cloud

Un Public Cloud è un cloud pubblico, ovvero non privato. Ciò significa che l’azienda si affida ad un provider esterno, il quale fornisce tutti i servizi di cui ha bisogno, senza interruzione. Qui non vi è il totale controllo dell’azienda, però i vantaggi sono davvero illimitati. Ne ricordiamo soprattutto: la grande riduzione dei costi e della manutenzione, la praticità, l’efficienza e la sicurezza.

Hybrid Cloud

Il cloud, cosiddetto, ibrido è una vera e propria combinazione tra i due cloud precedenti: pubblico e privato. L’obiettivo principale di questa coordinazione è il pieno sfruttamento dei loro benefici, riuscendo così a soddisfare ogni singola esigenza aziendale. Al Hybrid Cloud spesso si associa il multicloud. Per multicloud si intende l’utilizzo simultaneo di diversi cloud forniti da diversi provider, con lo scopo di riuscire a colmare qualsiasi mancanza. Allo stesso tempo, però, i due non vanno assolutamente confusi: sono due cose diversissime tra loro.

Cloud Computing: una risorsa efficace per il tuo business

Da quando per la prima volta è nato, quindi circa dieci anni fa, il Cloud Computing ha effettuato un’evoluzione tale da spingere ogni azienda ad affidarsi a servizi simili. Le performance di alto livello influenzano positivamente l’intera efficienza aziendale, nella maniera più sicura e affidabile possibile. Conviene mettersi alla ricerca di un buon provider per la propria azienda.

About Gianluca

Check Also

I concetti fondamentali della Multi Tenancy

La Multi Tenancy è un concetto nell’architettura del software o hardware in cui un’unica istanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *