lunedì , giugno 18 2018
Home / Computer / Come ottenere i permessi di root
pc

Come ottenere i permessi di root

Gli smartphone offrono la possibilità di personalizzare temi e app a chi li possiede, ma molto spesso si vuole un controllo maggiore e, magari utilizzare software in grado di potenziare maggiormente il telefono. Tutto ciò è possibile accedendo allo smartphone con permessi di root. In ogni sistema elettronico è possibile dal punto di vista software accedere alle sue funzionalità sia come utente finale, che come amministratore, o come in gergo viene chiamato, Superuser e cioè chi può agire a livello di sistema operativo, cancellare i file, eseguire una pulizia profonda del sistema o, in alternativa, reinstallare il sistema operativo.

Considerando la natura dell’operazione sono sempre consigliate delle operazioni preliminari. Prima di tutto è necessario eseguire una copia di tutti i dati presenti sul dispositivo, può, infatti verificarsi il caso che l’installazione o la modifica del software non vada a buon fine, tanto da richiedere l’installazione del sistema operativo. Inoltre è richiesto che la batteria sia completamente carica, in modo da poter essere efficiente per tutto il tempo dell’operazione. Nel caso non si è sicuri sulla tenuta della stessa, è possibile effettuare la modifica delle impostazioni con lo smartphone collegato alla rete elettrica.



Dopo le impostazioni preliminari, consigliate per la buona riuscita dell’intervento, è il momento di preparare il software già presente sul telefono. Aprire l’app delle impostazioni, scorrere le voci, fino a giungere a Info sul telefono. A questo punto per attivare la modalità sviluppatore è sufficiente premere tante volte sulla versione build, che all’apparenza sembra non cliccabile, fin tanto che appare il messaggio di attivazione modalità sviluppatore. A questo punto sulla parte sinistra dello schermo, si può leggere un’ulteriore voce: Opzioni sviluppatore. Cliccando sulla voce, si possono visualizzare informazioni che normalmente ad un utente comune non servono, come la password backup su desktop, e il debug USB e lo sblocco OEM.

Tra le voci attivabili o disattivabili c’è il Bootloader, il software che permette di avviare il sistema operativo, Android o iOS, che sia. Sbloccarlo significa poter installare delle ROM di terze o personalizzate. Attraverso lo sblocco è possibile effettuare un ripristino personalizzato, che consente non solo di formattare il telefono, ma anche di ripristinare il sistema operativo, in tutti i casi in cui il telefono può dare segnali di cedimento. In questo ambiente è possibile anche accedere al wipe dei dati e cancellare completamente tutti i dati, salvati durante l’utilizzo dei dati.

Questa è la procedura per poter accedere al sistema dall’interno e operare sia per rimuovere i file spazzatura, che appesantiscono la memoria del telefono, sia per poter installare applicativi diversi da quelli ufficiali e presenti nei diversi store.

About admin

Check Also

wordpress

Velocizzare un sito WordPress: i passi fondamentali

Un sito web lento rappresenta una doppia problematica: fa scappare i visitatori seccati da tempi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *